Zona vinicola Val Venosta

La valle famosa per il vento

Ripidi pendii, terrazzamenti sostenuti da muri a secco, microclima e terreni scistosi: Nell’occidente altoatesino nascono anche Gewürztraminer e Pinot bianchi secchi o semisecchi dalla fresca acidita di montagna, il Pinot nero è snello ed elegante, la piccola produzione di Zweigelt si fa apprezzare per le morbide note di tannino.

Tante varietà di pregio, una stimolante acidità

La ventilazione costante che caratterizza l’ultima fase della maturazione permette alle uve Riesling, Sylvaner, Grüner Veltliner, Müller Thurgau, Kerner, Gewürztraminer e Ruländer/Pinot Grigio di rimanere più a lungo sui tralci prima di essere raccolte. Il risultato? Le tipiche note piene della maturazione tardiva, abbinate a un’acidità fresca e persistente, danno vita a vini bianchi estremamente puliti e grandiosamente fruttati, che si portano dentro il carattere di chi è nato e cresciuto in un clima spesso difficile.

  • Superficie di produzione: 43 ha
  • Altitudine dei vigneti: 500 a 800 m s.l.m.
  • Terreni: magri e sabbiosi, con depositi pluviali di scisti e gneiss
  • Produzione: 51% vini bianchi, 49% vini rossi
  • Vitigni più diffusi: Riesling, Pinot bianco, Pinot nero, Schiava
  • Località più importanti: Coldrano, Laces, Castelbello, Rablà, Parcines