“Romanticismo e fiabe!”

Gli albergatori scoprono
l’amore per il vino
Tutti i Vinum Hotels Südtirol organizzano almeno una volta a settimana degustazioni vinicole a tema. Questo tipo di attività è particolarmente utile per i nostri ospiti meno allenati per imparare a riconoscere le varietà tipiche altoatesine.

Per gli intenditori di vino più esperti, le degustazioni verticali sono estremamente istruttive per esplorare le caratteristiche di sapore di ogni annata. E durante le degustazioni di specifiche varietà, gli ospiti dei Vinum Hotels riconosceranno le sorprendenti differenze tra i più noti vini altoatesini.

Possedere un proprio vigneto, coltivarlo con cura e plasmarlo, aprirlo ai propri ospiti - questa è una delle grandi visioni dei proprietari del Vinum Hotel Südtirol. Per molti albergatori, questo sogno è diventato realtà. Alcuni di loro sono essi stessi sia viticoltori che cantinieri di successo.
 
 
Andreas Nicolussi del rinomato Hotel Tenuta Stroblhof è addirittura viticoltore, cantiniere ed albergatore! Anche con la nebbia, con la pioggia o in una pessima giornata nevosa e fangosa, Andreas Nicolussi, con il suo elegante mantello di lana pregiata, sembra un sessantenne dell'industria della moda, più francese che italiana, ingrigito con onore tra i piaceri della vita. Chi lo conosce bene dice che il suo portamento e il suo outfit si adattano bene soltanto ad una parte della sua vita professionale, quella di gestore dell’hotel Stroblhof, mentre mal si conciliano con il lavoro nelle vigne per la produzione dei vini dello Strolbhof.

A dire il vero, Andreas Nicolussi, nativo di Caldaro, è uno dei personaggi più eccentrici tra i Vignaioli Alto Adige, con un’enorme passione e un legame fortissimo con la sua terra: parla poco di come viene prodotto il vino, e preferisce concentrarsi sul “fuori”, ovvero tutto ciò che c’è dietro, ad esempio il terreno, le piccole zone di produzione e l’angolo di inclinazione delle viti. Questo “fuori”, che comprende conoscere e imparare ad utilizzare tutte le risorse che si hanno a disposizione, è ciò che permette di ottenere vini meravigliosi.

Pionieristico fu il lavoro svolto dal suocero di Andreas, che coltivò nei campi dello Stroblhof diverse varietà tipiche della sua generazione. Con un mix di uve bianche, che vede il Pinot Bianco come componente principale, riuscì a produrre un ottimo “Strahler”. Un tempo c’erano diversi “Strahler”, mentre oggi lo quello dello Stroblhof è l’ultimo rappresentate di questa tradizionale miscela di vini bianchi. Andreas Nicolussi ne ha ridotto drasticamente le varietà, tanto che ad oggi è composto al 91% da Pinot Bianco, al 2% da Ruländer e il restante 7% da Chardonnay. “Queste varietà di Borgogna vengono coltivate da 150 anni negli alti vigneti di Pigenó. Con loro riesco ad ottenere al meglio quella che è la mia idea di Strahler”. L'annata 2019 ha un profumo di mela di montagna che rimane ammaliante anche dopo 2 ore. La vibrante acidità e il gusto salato sul palato sono caratteristici di tutti i vini Stroblhof.

Il secondo grande Borgogna di Monsieur Nicolussí è il Pinot Nero, il vino rosso più difficile da coltivare e conservare: "dopo la ristrutturazione e la nuova costruzione della mia piccola cantina, sono in grado di conservare e far fermentare il Pinot Nero per un tempo molto lungo e a una temperatura costante sotto i 25 gradi, così da evitare nel vino sapori che che tendano a quello della marmellata cotta". Ecco quindi spiegato come mai anche il “classico” Pinot Nero dello Stroblhof, il “Pigenó” ha stile, pienezza, spezie natalizie e frutta di Borgogna, con ciliegie rosse e, in parte, anche nere. Il "Riserva" è come il suo fratello maggiore: molto più elegante e corposo; con i suoi tannini caratteristici ricorda il malizioso Ander Nicolussi nel suo soffice maglione di lana.
 
 
Vinum Hotels – La storia di maggio
“Vini che vi faranno innamorare” - Cantine profonde, lume di candela e vini luccicanti

Nei romanzi gialli di Mánuel Vazquez Montalbán, le principali incomprensioni tra uomini e donne si verificano sempre quando sono in corso discussioni riguardo a cibo e bevande.

Un esempio: “Uova fritte con chorizo!”, dice lui soddisfatto , mentre lei non condivide il suo entusiasmo. Indifferente alla noia di lei, l’uomo continua: “Quando le salsicce ben punzonate rilasciano il grasso mentre friggono, vengono tolte dalla padella e tenute in caldo. Le uova vengono quindi fritte nel caldo grasso della salsiccia. È per questo che è altamente calorico, ma il sapore è fantastico!”. La donna, disgustata, diventa improvvisamente più esplicita: “Se l’avessi saputo, non ti avrei sposato”.

Equivoci di questi tipi non possono nascere nei Vinum Hotels Südtirol, grazie ai professionali consigli vinicoli dei nostri esperti camerieri e a chef che sono dei veri e propri maestri. A lume di candela e con le migliori rarità di vino delle enoteche dei Vinum Hotels Südtirol, si approfondiscono vecchie amicizie, si iniziano nuovi amori e si ravvivano stanche relazioni…

la storia di maggio di Vinum Hotels Südtirol è dedicata alla sensualità del vino!