La storia di giugno - Merlot

Il vino rosso altoatesino dal sapore alpino troppo spesso sottovalutato
In occasione delle degustazioni di prelibatezze si rimane sempre stupiti dal corposo ed elegante gusto fruttato dei migliori Merlot altoatesini, eccellenti vini dal sapore intenso, fin troppo spesso sottovalutati. Essendo questo vitigno conosciuto nella regione di Bordeaux fin dal diciassettesimo secolo e ampiamente diffuso già dal secolo successivo, si tende a considerare questa zona come la patria del Merlot. Il nome deriva da “merlot”, ovvero il termine bordolese per “piccolo merlo”, la specie di uccello che maggiormente si ciba di questa varietà. Non è tuttavia possibile stabilire esattamente se a dare il nome al Merlot sia stato qualcosa di poetico, come la somiglianza tra il colore dell’uva e le scintillanti piume blu del merlo, o di più realistico, ovvero le imprecazioni contro i pennuti ladri d’uva. Tutto ciò fa parte delle leggende, degli aneddoti e delle storie di questo vino.
 
 
I VINUM-Hotel Südtirol mostrano con entusiasmo, consapevolezza e persuasività ai propri ospiti tutta la classe e il potenziale dei nostri Merlot. Dai soleggiati pendii altoatesini nascono Merlot complessi e sottili, considerati da molti intenditori come i migliori rappresentanti di questa varietà a livello nazionale. Il Merlot “Brenntal” della cantina Cortaccia appartiene indubbiamente a questa categoria. Questo vino travolge i sensi con delicata energia, buona concentrazione, grande consistenza e aromi: è presente tutto ciò che i maiali da tartufo trovano nel sottobosco, frutti di bosco di tutti i tipi ma anche cioccolato, tabacco e chicchi di caffè appena tostati. È inoltre possibile gustare anche un Merlot più delicato, il Merlot “Huberfeld” della cantina San Paolo, un vino leggermente meno carnoso e corposo, ma che entusiasma grazie alla sua freschezza minerale. Secondo Polt Kager (presidente) e Wolfgang Tratter (cantiniere), ciò che questo Merlot ha di meraviglioso è dovuto al vigneto: la posizione dell’Huberfeld, con il suo terreno permeabile di costituzione argillosa è, infatti, un’eccellente zona di produzione di Merlot in Alto Adige.

Il maggiore potenziale nascosto è probabilmente quello dei “Brocken” rossi, dei vini rossi dal colore intenso prodotti nella zona vinicola di Settequerce e Terlano. Due ottimi esempi sono il Cabernet e i Lagrein del Kornellhof di Florian Brigl. Tra tutti i vini rossi del Kornellhof spicca sicuramente il Merlot, un vino compatto, dal forte sapore fruttato, elegante, dotato di grande verve minerale e ricco di tannino.
Il sogno di Florian Brigl e del talentuoso cantiniere Marco di imbottigliare (seppur in numero limitato, circa 1200 bottiglie) un Super-Merlot altoatesino, una specie di versione locale di Pomerol, è stato portato a termine nel 2013 con la produzione del “Vigna Kressfeld”, un Merlot che ha finalmente dimostrato il grande potenziale di questa varietà in Alto Adige. I deliziosi vini rossi altoatesini possiedono anche grande equilibrio come dimostrarono i prodotti della calda annata “equatoriale-africana” del 2003, quando stupirono in occasione delle degustazioni comparative internazionali: il Merlot Sanct Valentin della cantina San Michele d’annata 2003, un Merlot saporito, tannico e molto fruttato, è stato sorprendentemente in grado di mantenere la propria eleganza e la propria freschezza anche a distanza di dieci anni.

Ulteriori eccellenti Merlot altoatesini che potrete trovare in tutti i VINUM Hotels dell’Alto Adige sono il “Gant” della Cantina Terlano, il Merlot “MMXV” di Lageder, lo “Spitz” del Griesbauerhof, il “Mühlweg” di Niedrist, il “Siebeneich” della Cantina Bolzano e il “Levad” della Cantina Nals-Margreid/Entiklar.
 
 
VINUM Hotel – La storia di luglio

Giudicare i vini - Possono i punteggi aiutarci a bere vino?

È sicuramente possibile dire di un vino che ha 15 punti su 20, oppure che abbia un carattere forte e che sia dotato di grande personalità; ma punteggi e recensioni sono realmente un aiuto per gli amanti del vino? Con pazienza, empatia e forza di persuasione, i VINUM Hotels altoatesini forniscono ai propri ospiti consigli utili su come giudicare i vini e stilare da sé una propria classifica personale. E quando risulta impossibile giudicare un vino, la cosa migliore è non pensare a tutti i punteggi, ma godersi semplicemente un ottimo bicchiere di vino!