La storia di aprile - Gewürztraminer

La varietà altoatesina con 100 punti Parker
È il “Nussbaumer” della Cantina Tramin il miglior Gewürztraminer? Se i terreni calcarei e argillosi di Sella di Termeno sono il cru del Gewürztraminer altoatesino, i terreni “Nussbaumer” sono allora il Grand-cru. Il Gewürztraminer “Nussbaumer”di Willi Stürz, infatti, per via degli intensi profumi di litchi, papaya, mango, garofano e rose, è un vino straordinario, tanto che inizialmente non ci si rende nemmeno conto della sua gradazione alcolica. I sommelier affermano – scherzosamente - che due bicchieri di Nussbaumer sono ottimi, il terzo va ancora bene, mentre tutti i successivi sono rovinosi.
 
 
Da qualche tempo i cantinieri della Cantina Tramin hanno cominciato a conservare un nuovo Gewürztraminer dall’aroma freschissimo nell’estremo nord dell’Alto Adige: all’interno della miniera di Ridanna Monteneve, a 2000 metri di altitudine, dove un tempo venivano estratti argento, piombo e zinco. Qui, dal 2010, maturano 1200 bottiglie d’annata del nuovo Gewürztraminer “Epokale”, un vino semi-dolce prodotto con uve da vendemmia tardiva (5,6 g acidità, 107 g zuccheri, 12% vol.), provenienti dalle migliori zone di produzione di Termeno/Sella, il grand cru del Gewürztraminer altoatesino. Il viaggio all’interno della miniera dura circa un quarto d’ora, dopodiché il vino, i cantinieri e gli ospiti arrivano finalmente a destinazione: 4 chilometri di binari all’interno della montagna, a 450 metri di profondità, nel buio totale, con il 90% di umidità e temperatura costante di 11o – in modo che il nuovo Gewürztraminer di Willi Stürz si mantenga sempre fresco. Una grande scommessa che ha già dato i suoi frutti: Robert Parker, il più grande critico di vini al mondo, ha, infatti, assegnato all’Epokale 2009 100 punti – il primo vino altoatesino ad ottenere il massimo dei voti. Gli ospiti di VINUM-Hotels Südtirol che desiderano degustare questo Gewürztraminer da 100 punti, non sono costretti ad avventurarsi all’interno della miniera, poiché l’”Epokale” della Cantina Tramin si trova ormai da tempo in tutte le ben fornite enoteche dei VINUM-Hotel, pronto per essere degustato.

Ma anche in altre rinomate cantine si sta riscoprendo l’interesse per il Gewürztraminer: Elena Walch, con il suo Vigna Kastelaz e la Cantina Hofstätter, con il Vigna Kolbenhof, entrambe di Termeno, patria del Gewürztraminer, sono tra i maggiori produttori di questa varietà. Senza dimenticare il Brenntal della Cantina Kurtatsch, con il suo profumo di rose e le sue forti note fruttate.

I migliori vini dell’Oltradige – tra cui il Flora della Cantina Girlan, il Sanct Valentin della Cantina S. Michele, il Lafóa della Cantina Colterenzio e il Passion della Cantina San Paolo – non stupiscono solamente per via del loro sapore fruttato e floreale, ma ci sorprendono anche con misteriosi aromi salati che riecheggiano nel palato, ricordando gli strati di roccia da cui le radici della vite assorbono azoto, minerali e microelementi. In una parola: mineralità.

Ma il Gewürztraminer prospera anche nel freddo della Valle Isarco, nella parte settentrionale dell’Alto Adige. Il Gewürztraminer della Cantina dell’Abbazia di Novacella, uno dei pochi Gewürztraminer della Valle Isarco a non crescere su terreni calcarei, è, come dimostrano i dati delle esportazioni della cantina, apprezzato anche in Germania, terra del vino bianco. In queste zone di produzione, per la vendemmia, bisogna aspettare la metà di ottobre, in modo da sfruttare anche gli ultimi raggi di sole. Un vino soggetto a forti sbalzi di temperatura, che lo rendono elegante e snello, e che emana leggere fragranze, non dolci e speziate, ma pepate. Un vero piacere!
 
 
VINUM-Hotel – La storia di maggio
“Vino & culinaria” a Marlengo - il più gradevole e intimo evento a tema vino in Alto Adige

Dalla fine di maggio a metà giugno avrà luogo la quarta edizione del “Vino & culinaria” di Marlengo, piccolo paese ubicato su una collina a ovest di Merano. Trovandosi nelle immediate vicinanze della città termale, Marlengo offre tutte le comodità della città, senza dover però rinunciare alla tranquillità degli ambienti rurali. In occasione del “Vino & culinaria” di Marlengo, il vino ricopre, ovviamente il ruolo principale: per tutta la durata dell’evento, verranno infatti preparate pietanze, sia tradizionali che non, aventi il vino come ingrediente principale. Il tutto, naturalmente, accompagnato da altro ottimo vino. Inoltre, nei ristoranti che aderiscono alla manifestazione, avranno luogo degustazioni organizzate dalle cantine vinicole di Marlengo e dalle enoteche. Un appuntamento da non perdere per tutti gli ospiti dei VINUM-Hotels Südtirol!